CARMINE LENGUA – PROFILO ARTISTICO E TESTIMONIANZE

CARMINE LENGUA – PROFILO ARTISTICO E TESTIMONIANZE

 

Incisore fin da bambino, con scure, scalpellino e attrezzi rurali, nella tenuta di campagna del padre, Carmine Lengua esplora il mondo dal profondo del suo occhio artistico e sensibile innamorato della forma e della bellezza…entra all’Accademia di Belle Arti di Napoli dove affronta con successo le tecniche accademiche del disegno, del modellato e dell’olio, su nudo e paesaggio, raggiungendo una autonomia espressiva e una abilità di realizzazione eccellenti.

 

A 27 anni apre una tipografia ancora oggi fiorente, dove si specializza nella xilografia su tavola. Nel 1985, si apre per lui la grande stagione della scultura, pietra, marmo, legno e bronzo; sotto le sue mani unitamente a quell’indomita energia che viene dal di dentro, nascono numerosi Monumenti, oggi posti in diverse piazze in Italia e all’estero. Nella trama convulsa della materia, si snoda la lotta tra il pensiero e le resistenze terrestri, tra l’anima e lo sforzo dell’uomo, l’artista, teso a far scaturire lo spirito di vita dalla materia inerte.

 

Come dice egli stesso, parlando dello sforzo espressivo, in particolare nel suo rapporto con la tela, in pittura. “E’ molto impegnativo raggiungere un perfetto equilibrio pittorico, in special modo quando si susseguono una miriade di soggetti e simboli storici.” E’ indiscutibile infatti il potente richiamo che Carmine percepisce, dal substrato storico della terra che lo ha generato…FIGLIO DEI PADRI…E DEGLI ANTICHI PADRI…PORTA IN SE’ LA TRASMISSIONE DELLA CULTURA GRECA  E MEDITERRANEA, RINTRACCIABILE NEL SEGNO E NEL PENSIERO…la passione per l’arte, l’acquisizione del gusto per la perfezione e la figura umana, la spinta altamente decorativa, che gli antichi scambi fra le terre del vicino oriente e la cultura italica, armonicamente avevano convogliato, fino al periodo di rinascita artistica dell’Italia dopo il Mille, definita Arte Romanica.

 

Pubblicizzato dalle reti RAI TV e MEDIASET TV e da diverse Tele emittenti private oltre che da quotidiani, riviste e volumi editoriali, nella sua lunga carriera Lengua ha attraversato mezzo secolo e con esso le varie correnti che lo hanno caratterizzato…dall’Iperrealismo, all’Arte Mediana, come per definizione del Prof. Gabriele Perretta, all’Esoterismo degli anni ’80, che è esploso nel decennio, alla Transavanguardia, nel suo spirito di attraversamento, prima ancora che il Critico Achille Bonito Oliva, ne delineasse i parametri, per approdare ad è il messaggio una propria interpretazione dell’epoca, ben definita dal Critico Aldo Vella che di lui ha detto: “LO SCULTORE CARMINE LENGUA LANCIA UNA NUOVA CORRENTE ARTISTICA “IL NEOROMANICO”, LIBERERA’ LE FORME DALLA PIETRA E L’ARTISTA DAL BANALE”…aggiunge poi “…Lengua abbandona l’emulazione, la pedissequa e stanca prosecuzione dell’arte classica o “il gesto” atipico e ormai risaputo del post – moderno e ricomincia la ricerca della forma. Essa è posta dall’artista, nell’infinito inconscio, in atteggiamento di ricerca fremente perché consapevole della propria imperfezione. Le forme, come i prigionieri di Michelangelo escono con dolore dalla pietra per anelare alla liberazione….è il misterioso messaggio di libertà sofferta che l’Arte emette verso l’uomo post – contemporaneo…” (Aldo Vella).

 

Ancora potremmo dire che la grande Musa ispiratrice che guida l’artista verso percorsi che egli stesso non conosce, è la Donna nella sua bellezza…NEL SEGNO DI LEI, SI ALTERNANO LA NOTTE E IL GIORNO, IL NUOVO E L’ANTICO, LA VITA E LA MORTE, MAGICO CERCHIO DELLA VITA DI CUI ESSA SOLA E’ PORTATRICE…MENTRE IL SIMBOLISMO MAGICO CHE LO AFFASCINA, TRASFORMA NELLE SUE TELE NATURA ED ESSERI VIVENTI IN MISTERIOSI MESSAGGERI… CULTURA, PROVOCAZIONE E SIMBOLO, FANNO DI CARMINE LENGUA, PITTORE E SCULTORE, UN GENIO ARTISTICO IMMERSO NEL SUO SECOLO, UNA DELLE PERSONALITA’ PIU’ GRANDI ED ENIGMATICHE CHE IL PASSAGGIO AL NUOVO MILLENNIO ABBIA CONOSCIUTO.

 

 

EVENTI ED ESPOSIZIONI

 

1981 Personale – catalogo a cura di Luigi Martorelli – periodico Pungolo Verde.
1983 Personale, Pro Loco – Cervinara – catalogo a cura del Prof. Vittorio Esposito – RAI TV
Uno, Rubrica Primissima.
1984 Personale Circolo della Stampa – Avellino, RAI TV UNO a cura di Gianni Raviele,
Teleavellino a cura di Gianni Festa con mensione Gabriele Masi, giornale Il Ponte.
Personale Astrolabio – Roma – Catalogo a cura di Anna Iozzino Ruocco – RAI TV UNO,
commento critici Giuseppe Appella, ampi spazi: Il Tempo, recenzione Tony Bonavita, Giornale
d’Italia, Secolo d’Italia Renato Civello , Rome Daily di Derna Querel, Ecmond Press,Paese Sera
(L. Salvarana )
Tevere Expò ( Castel Sant’Angelo ) Ostia Lido – Collettiva Natale ’84 – Centro Storico Firenze
Vincitore della XIV Edizione Premio Canino di Viterbo con intervento di Vito Apuleo nel
Messaggero.
1985 Personale, XIII Estate Sammartinese – Servizio RAI TV 3.
1986 Personale a cura della Regione Campania – Sanremo.
Collettiva – Circolo Sammartinese – personale – Esposizione MONTREAL QUEBEC – Regione
Campania.
1987 Personale alla Fagianella -Benevento.
Quotidiani:
Repubblica "Week End Carnet" Landa Ketoff. Novella 2000. La Voce del Cittadino. Il Ponte.
Roma. Il Mattino.
Realtà Sannita 15/6. Il Caudino. Movimenti.
1988 Personale Galleria Salambò -Parigi.
1989 Galleria Principe di Napoli – Sala v. Gemito – Patrocinio Regione Campania – Prov. di
Napoli – Comune di Napoli.
Rassegna Internazionale "l'Arte e la storia sportiva di una città" interventi sul mio nominativo
RAI TV 3, Canale 21 ed altre emittenti.
Galleria Capricorno 2 Roma – Collettiva di pittura, scultura e grafica.
Opera composita "La Famiglia e la sua Sacralità" realizzata a Roma in Collettiva – intervento
RAI UNO TV.
Monumenti:
Bronzo "Frans Te Alo" 247×112- Benevento.
La "Fontana del Drago" pietra, legno e mattoni – metri 11×6.50×5 Cervinara (AV) catalogo
curato da Angelo Calabrese.
Monumento ai Caduti, San Martino Valle Caudina.
Presente nelle pubblicazioni:
– Comed n°13 commento critico Ruocco.
– Comed n°14 monografia.
– Comed n°15 commento critico Iozzino.
– Protagonisti dell'Arte Italiana – monografia italiano -tedesca.
– Illustri ai nostri giorni – recenzione C. Occhipinti.

– Art Diary Italia 1989.
– Art Diary Internazionale 87/88.
– Antologia Critica Artisti Contemporanei.
– FLASH ART "Gennaio 1990" con l'opera "Al Sole della Vittoria con le offerte di Cerere".
– FalleroniArte 1988.
1990 Venezia – "Università Facoltà Architettura" Rassegna Internazionale.
1991 Roma – Mostra Internazionale Arti Visive -Omaggio a Salvatore Quasimodo
1992 Napoli Collettiva; Maddaloni Collettiva; Collettiva Centro Raffaello Roma.
Collettiva Nazionale MUSEO EUR Roma.
1993 Personale Sanremo a cura della Regione Campania "ERSVA".
Galleria Sant'Erasmo Milano . – Pinacoteca San Martino V. C. ;
1994 Presepe San Martino Valle Caudina (AV).
1995 Collettiva – Palazzo Ducale – San Martino Valle Caudina; Presepe nel segno di Padre Pio
– a cura di Achille Mottola San Giorgio del Sannio (BN) ; La Garde – Francia . – Città del
Vaticano – "Cardinale Caprio “.
1997 Monumenti: Le Streghe di San Marino.
1998 Rimini: Aspetti Caudini – Viale R. Elena.
1999 Rimini: via Scilla – Permanente Pittura e Scultura.
2000 Venezia Piazza San Marco – Galleria Ravagnan.
2001 Parigi Permanenza Galleria Salambo.
2002 Nuovo Messico – Albuquerque – Collezione Privata.
Frigento: Personale di Pittura e Scultura.
Rocca San Felice: Personale di Pittura e Scultura.
Vallesaccarda: Personale di Pittura e Scultura.
2003 Benevento: Personale Teatro De Simone a cura di Angelo Calabrese. RAI 2 TV ,
Documentario su scambi culturali Norvegia – Italia.
2004 Rassegna Internazionale di Pittura e Scultura "Cattedrale di San Bartolomeo" –
Benevento.
2005 5 Ottobre Striscia la Notizia – "La Fontana del Drago" di C. Lengua.
2006 Primavera Caudina Chiostro San Francesco – Montesarchio.
Collettiva Arte Contemporanea Squillani (Bn), Concorso Nazionale di Pittura – Ospite
sculture C. Lengua.
Mostra Castel dell'Ovo (Napoli)
Forlì – Novembre – Mostra Mercato Expò , collezione Privata Vittorio Sgarbi.

2007 Installazione permanente di Scultura e Pittura Villa La Camelia di Cervinara
2008 In permanenza galleria BICART.COM Palermo.
2009 Vernissage nei Giardini della Locanda Aurora Pietradefusi Avellino.
Vernissage Redazione “IL CAUDINO” Cervinara, con il Patrocinio della Prov. di Avellino
2010 6 Gennaio – Striscia la Notizia – “La Fontana del Drago” di C. Lengua
26 agosto – Striscia la Notizia – “La Fontana del Drago” di C. Lengua
continua con mostre: Vercelli, Rovigo, Venezia Piazza S. Marco, Napoli Castel dell’Ovo,
Repubblica di S. Marino, Museo Archeologico Caudino-Sannita 2015/2016
2016 Agosto – Personale di Scultura – San Martino Valle Caudina.
2018 Collocazione Lapide commemorativa di Nicola Vella – Monteverde (Av).
2019 Finarte – Rassegna Internazionale – Centro Islamico Roma.
2019 Rassegna Internazionale Guardia Sanfromonte.
2019 Rassegna Internazionale ( Bene Biennale Design. ) Benevento.

2019 Mostra Collettiva d’Arte – Rocca dei Rettori – Benevento.
2020 Mostra Internazionale “ Premio Marchionni “ Olbia – Museo Archeologico.
2020 Mostra Internazionale Via Dei Volsci – Roma.

 

CRITICI ED ESTIMATORI

 

Giuseppe Appella – Critico

Luigi Bellini – Medico Primario e Filantropo

Tony Bonavita – Giornalista de “IL TEMPO”

Angelo Calabrese – Storico dell’Arte – “La fontana del drago”...Il genius loci che s’annida pensoso di ricordi nella severa maestà del Taburno…

Serena Caleca – Critico e Scrittore

Luisa Califano – Scrittrice e Psichiatra

Francesco Cillo – Storico

Renato Civello – Critico

Anna Iozzino Ruocco – Storico dell’Arte

Alfredo Marro – Direttore de “Il Caudino”

Maya Pacifico – Storico dell’Arte

Derna Querel – Critico d’Arte

Gianni Raviele – Direttore RAI TV

Gioacchino Ruocco – Critico e Scrittore…“Il linguaggio apparentemente semplice, calamita il pubblico…”

Eric Schaider – Maestro di Londra

Giorgio Tellan – Critico d’Arte

Aldo Vella – Critico

 

 

ANALISI  DELL’OPERA

 

Carmine Lengua – “LA VENERE DEL FOTOGRAMMA” – Foglia lignea su tela con intervento pittorico – 100 x 120…

 

 

Carmine Lengua…La Musa della Bellezza…nel fotogramma cinematografico della storia…

 

Venere, la bellissima…Venere, la bellezza…Venere, musa e delirio di ogni ispirazione, simbolo più alto della creazione, sublime parvenza di somiglianza con Dio, immagine onirica risorgente all’orizzonte, intravista fra i boschi, rilucente fra le acque, vaticinata nelle notti…è il principio di ogni creazione, è la fiamma che accende di passione ogni genio.

 

Tutte le arti, la musica, la poesia, l’immagine e il cinema, che tutte queste sorelle unisce, traggono ispirazione infinita dalla muliebre bellezza dell’Eterno Femminino, che l’uomo coglie, ma non comprende…insegue, ma non afferra…mentre giorno dopo giorno si susseguono le immagini di un film sull’orizzonte del vivere, che come in una lunga pellicola lascia scorrere i giorni e le emozioni, come fotogrammi, sulla tela della vita.

 

Carmine Lengua, descrive in modo sublime e con inusuale sintesi stilistica, l’evanescenza pregnante del principio venusiano che permea le arti e l’immanenza della natura, utilizzando la stessa, rappresentata dalla foglia lignea, come istante fotogrammatico sul filmato della storia e le onde invisibili del destino umano scritto nel cosmo, come traccia subliminale che sospinge la passione del genio.

 

Si susseguono le sequenze dei desideri, delle aspirazioni, delle speranze che presto si trasformano in ricordi spezzati…di cui Lei e Lei sempre, è portatrice nel grembo della sua maternità universale.

 

Follia e ragione, vita e morte, avanzano al passo dei suo veli fluttuanti, nascosti sapientemente dall’artista, fra le pieghe della voluttà e del piacere, sollevando la polvere sottile di ogni impercettibile movimento d’aria che si muova sotto questo cielo, perché tutto risponde al richiamo insopprimibile della bellezza, alla pressione soavissima della dolcezza.

 

 

SULLE ALI DEL DESTINO….

I popoli di ogni terra, perseguono il loro destino, obbedienti all’inconscio collettivo, ma…

 

Carmine Lengua – PIRAMIDI – Olio su tela – 100 x 120

 

Le opere qui riprodotte, sotto una linea dal portamento figurativo ispirato al primitivismo popolare, sono lavori di alta densità concettuale.

 

Nella tela qui sopra riportata, scorgiamo l’aspirazione dell’uomo alla comprensione del suo destino che lo trascina sul cavallo della storia, senza che egli ne possa mai scendere; le piramidi sono infatti il simbolo di questa ricerca dell’assoluto…mentre la rete, simboleggia il limite invalicabile  tra la natura umana e la conoscenza soprannaturale; alla natura umana è invece riservato lo spazio naturale dell’unione e il compito della procreazione.

 

 

 

Carmine Lengua –  GUIDA NELLA GALASSIA – Olio su tela – 100 x 120

 

Nella seconda opera, è descritto il mistero della sessualità femminile, che spesso sfugge alla comprensione positivista dell’uomo, ma porta in sé la custodia della vita e unitamente l’inizio della sua stessa morte…per questo motivo la donna viene descritta nel suo aspetto misterioso e irrazionale, caratteristiche che, nella cultura popolare antica, venivano interpretate come trasgressione e peccato, attribuendo alla stessa, colpe universali e sociali.

Nelle culture di ogni tempo e società, tuttavia, alla donna, è stato sempre attribuito il ruolo vaticinante della lettura dei tempi, della predizione e dell’illuminazione, proprio a causa delle sue caratteristiche di intuizione sensibile e del suo rapporto viscerale con l’origine della vita.

 

 

 

Contatta l’artista: figliadarte.it@gmail.com – Curatore e critico Serena Caleca

Sito web: www.figliadarte.it – 3458156738

 

CARMINE LENGUA vive e lavora nel suo studio in

Via Cupa, 33 – 83012  Cervinara (AV)

Cell.3485565527

Mail: carminelengua0@gmail.com

 

 

 

 

 

Project Details

error: CONTENUTO PROTETTO DA COPYRIGHT