ROSANNA TOMASI – L’ANIMA SOLA…NELL’IMMENSO

ROSANNA TOMASI – L’ANIMA SOLA…NELL’IMMENSO

Rosanna Tomasi – “D’AZZURRO…” – Acrilico su tela  – 70 x 90

 

Fiducia

 

Sente l’anima

Sola com’è nell’immenso

Palpiti penetranti del Tutto

Leggera e dolce

Lei sa cosa…

Tu… lasciala fare

Rosanna Tomasi

 

 

 

 

Pittrice e poetessa, Rosanna Tomasi si pone in ascolto dell’Assoluto di cui percepisce il richiamo profondo con incessante ritorno…

 

Nasce a Bolzano nel 1952, mentre realizza a Merate (Lecco), la sua professione di insegnante e il suo progresso artistico, ispirata dalla bellezza del territorio e dal silenzio degli spazi; questa dimensione tuttavia, rappresenta solo lo scenario che fa da sfondo alle sue creazioni, perché il dialogo con la tela e la sintesi pittorica, si dibattono all’interno del suo mondo interiore, da dove, con delicato atteggiamento di ascolto, lei stessa, lascia scaturire flussi di bellezza e verità, intime quanto universali.

 

 

Rosanna Tomasi – “ESSENZE” – Tecnica mista su faesite – 45 x 45

Opera capostipite

 

 

La grande scuola dell’Arte del XX° secolo, che abbatte i muri del segno e della forma per lanciarsi nel tunnel libero e infuocato dell’inconscio, la invade pienamente, la trascina nel suo vortice e la affascina, nella sequela consapevole dei grandi maestri che ne hanno segnate la storia…e scopre nelle opere di Afro, Burri e di Vedova, un parallelismo stilistico che la cattura, osservandone l’insegnamento magistrale e contemplando la loro lotta per la ricerca dell’Istante Cosmico e la trasmissione del Segno…

 

Rosanna Tomasi – “OLTREPASSARE” – Tecnica mista – 100 x 100

 

…ma facendosi leggera e femminile come un soffio di vento tra i nembi dell’aere e nei vortici del colore, ne addolcisce l’impatto, come per suggerire una via di uscita, e orientare il nuovo secolo verso una speranza di luce.

 

 

Rosanna Tomasi – “FINESTRE 2” – Tecnica mista – 30 x 40

 

 

In questa breve intervista possiamo scoprire la multiforme ricchezza di questa grande artista nelle sue risposte, affatto comuni:

 

 

Intervista online all’artista Rosanna Tomasi

con FIGLIADARTE

 

 

“Ciao Rosanna, perchè la scelta della pittura come mezzo espressivo..e quando l’inizio?

 

Dipingere e perché? Se cerco un motivo specifico non lo trovo…lo desideravo, desideravo entrare in un mondo dove l’espressione è altro, diverso dalla parola…la parola limita, circoscrive…solo in parte esprime…non amo infatti parlare di me, penso che sia molto difficile descriversi.

 

Tele e colori e silenzio…la grande emozione e quella fatica del cercare dentro se stessi un qualcosa che neppure io stessa, con logica e chiarezza, conosco e saprei dire, non per cercare di raccontarsi ma semplicemente per un bisogno di dare forma al “sentire”…questo significa per me…dipingere.

 

 

 

Quando avviene il battesimo con l’astratto…e cosa ti ha spinto?

 

Ripensandoci non ho mai desiderato essere precisa nella rappresentazione della forma…sentivo la forza del segno, le vibrazioni della cromaticità, cercavo gli spazi dei cieli, sempre diversi ma sempre cieli…qualcosa in essi mi attirava e forse proprio in essi è avvenuto il passaggio dalla forma all’astrazione. Ricordo che ad un certo punto non avevo nulla da dire, più nulla a che fare con pratifiumifioricasolaribarchevedutedicittà…volevo andare oltre. Andare “dentro”.

 

Solo il colore, la forma, l’equilibrio, il segno, la materia, erano divenuti l’oggetto della mia ricerca, poiché capivo che si trasformavano in veicoli per manifestare il mio sentire.

 

 

 

Quali personaggi e correnti dell’Arte italiana e internazionale del secolo ti hanno ispirato nella tua ricerca?

 

Non so quando e da chi sia stata ispirata nella mia ricerca. Sicuramente sono rimasta abbagliata al cospetto delle opere di Burri e Vedova.

Interesse suscita in me Afro. Mi affascinano De Pisis, Morandi e Kandinskij nel  suo pensiero.

 

 

 

Nelle tue tele si staglia ricorrente un tracciato forte, realizzato spesso con il nero più denso, il bitume…se dovessi dare un nome a questa presenza, come la chiameresti?

 

Nel segno nero, che si ripete spesso e con forza è racchiuso una sorta di dolore…è separazione, è non luce…è buio. Penso che tutti noi attraversiamo il buio perché fa parte di noi. Il “segno”, a volte netto, altre volte indefinito, nel gioco della diluizione(in questo il bitume è magia), affiancato al bianco che rappresenta la luce, descrive la mutevolezza dell’animo umano…tutto può cambiare…tutto è divenire. E’ il “segno” stesso che talvolta va cercando il costruire spazi definiti, il delimitare i colori, il verde, il giallo, l’azzurro…e fare chiarezza.

 

 

 

Quale messaggio vorresti lasciare un domani, al mondo, attraverso le tue opere?

 

Non ho mai pensato, sinceramente ad un messaggio da lasciare al mondo…ma con semplicità potrei dire che le mie opere sono e saranno un segno della mia esistenza, segno di una presenza…la mia…nel tempo che mi è dato.

 

Ho provato talvolta ad esprimere in versi, momenti di vita.

 

 

BIOGRAFIA e CRITICA

 

         Gli inizi…

 

 

 

        La maturità…

 

 

 

      Le recensioni…

 

 

 

 

 

 

 

GALLERIA OPERE

 

 

Rosanna Tomasi – “VITA PULSANTE” – Tecnica mista – 80 x 80

Euro 650

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “FINESTRE 1” – Tecnica mista – 53 x 23

Euro 400

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “FINESTRE 2” – Tecnica mista – 30 x 40

Collezione privata

 

 

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “FORZA E DOLCEZZA” – Tecnica mista – 50 x 50

Euro 500

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “EMERSIONE 2” – Tecnica mista – 50 x 50

Euro 350

 

 

 

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “NERO E ORO 2” – Tecnica mista – 30 x 30

Euro 200

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “SEGNI DEL TEMPO” – Tecnica mista – 90 x 100

Euro 650

 

 

Rosanna Tomasi – “NERO E ORO 3” – Tecnica mista – 30 x 30

Euro 350

 

 

Rosanna Tomasi – “TESTIMONE DEL TEMPO” – tecnica mista – 50 x 60

Euro 500

 

 

 

Rosanna Tomasi – “DIVENIRE” – Tecnica mista – 60 x 40

Euro 500

 

 

ABISSO

 

Scavare

Nel nero dell’anima

Gli argini bianchi

Slabrati

Sporchi di fango

Cercare

Spossata

L’Essenza

 

Rosanna Tomasi

 

 

 

 

 

Rosanna Tomasi – “Divenire”- Particolare rovesciato

Analisi dell’opera

di Serena Caleca

 

La ricerca del dualismo e della circoscrizione spaziale degli opposti è una costante della manifestazione pittorica di Rosanna Tomasi.

 

La dicotomia alternata dei chiari e degli scuri e l’intima lotta che in essi si dibatte per la composizione della forma nello spazio, nasconde una ricerca inestinguibile verso l’io profondo, che l’artista incontra nel tracciato emergente, rincorre nei bagliori dello spettro di luce, lascia parlare nella simbologia del segno, come un amante cerca nell’amore del corpo nient’altro che l’assoluto.

 

La stesura del corpo di materia pittorica, intrisa di emozioni tattili, insiste sulla complementarietà degli elementi, come per raggiungere un eco tridimensionale, percettibilmente sonoro, mai assordante, ma riconoscibile al senso, interiormente intercettato fra la percezione visiva e l’inconscio…

 

Questa elaborazione efficace, frutto di tecniche di assemblaggio di lunga e maturata esperienza incontra in Rosanna Tomasi un significato d’elezione, nell’uso del bitume, come presenza sedimentaria arcaica, carica di simbologia terrestre, satura dei giacimenti del tempo e quindi della voce sepolta dell’uomo che, nell’avvicendarsi delle ere, ha tracciato il nascere e il morire,  le stesse ambizioni, le inesauste speranze, le infinite aspirazioni…

 

e.. proprio questo tonfo nell’abisso dell’oscuro profondo che si svela, come portale sull’infinito, tra le vibrazioni estenuanti dei passaggi di densità, distesi come anticamere trasparenti sulla soglia del nulla, e i rilievi cangianti, sovrapposti come lacrime angeliche a guardia della inviolabile purezza, spalanca la verità sull’eterno divenire di tutte le cose, nella lotta eterna fra il Bene e il Male…dove la ferita originaria taglia ma non annienta, lacera ma non distrugge, perché essa stessa sussiste al cospetto della bellezza di cui è ragione, riscatto, tramite con la salvezza.

 

 

 

 

 

 

Contatta l’artista:  figliadarte.it@gmail.com – Cell. 3458156738 – Sito web: www.figliadarte.it

Serena Caleca – Scrittore e critico, media webber – Viale Filippo Turati, 98 – 23900 Lecco

 

 

 

Project Details

  • Forza e dolcezza

  • ROSANNA TOMASI

  • 2019