SERENA

Serena Caleca, sviluppa nella sua solitaria infanzia, un temperamento analitico e introspettivo, ma al contempo pieno di stupore e ammirazione per la creazione, la natura e l’anima dell’uomo.

Presto scrive.

Impegnata nel panorama culturale, elabora negli anni 80 una solida formazione artistica accanto a sua madre Nadia Russo Caleca, già nota pittrice professionista e scultrice, accompagnandola nelle manifestazioni pubbliche ed emergendo così come personalità multidisciplinare nel campo artistico.

Collabora con la “Praxis” italiana, nota rivista d’arte, nell’acquisizione di nominativi emergenti nel mondo della pittura, scultura, arti figurative e nella stesura di testi critici accanto al già noto critico d’arte Italo Marucci.

In seguito agli studi classici prima ed in tecniche artistiche, poi, consegue riconoscimenti diversi: Diploma di Merito in Campidoglio nel 1987 come riconoscimento per la versatilità e creatività nell’ambito della moda, Diploma di Merito Premio” LA CONCA D’ORO” per i risultati conseguiti nel campo dell’arte e della promozione culturale e commerciale; Associazione ART STUDIO TRE; MENSIONE SPECIALE per la Mostra Fotografica “Roma: Fotomodella del 1990.

In questo ultimo periodo si fa carico di alcune iniziative culturali verso i grandi temi della fede, della fratellanza universale e del linguaggio dell’animo: descrive con i suoi testi le opere pittoriche esposte alla Mostra di Palazzo Valentini dell’artista Giuliano Desio, lasciando l’osservatore in riflessione dinanzi al linguaggio ermetico dell’arte. Le pennellate dell’artista vibrano sulla tela e lei ne comprende la motivazione, ne avverte la musica del ritmo, ne cattura finanche il pensiero; nasce una simbiosi culturale tra il pittore e il poeta che accompagnerà un lungo percorso professionale negli anni a seguire.

Promuove eventi a tema per la poesia :”Lievi Parole” Sala Riario 1990, dove insieme ad altri colleghi del campo letterario e poetico, dirige e organizza splendide serate d’intrattenimento, con fine e sapiente regia, e ancora “Briciole d’Amore” Sala Riario 1991 un musical con l’intervento di musicisti, pittori, attori di teatro sul tema della vita di San Francesco, da lei stessa pensato, organizzato e diretto.

Ancora  Serate al Borgo, Ostia Antica 1993, una fantasia di brani poetici e letterari in occasione della festa patronale di S. Aurea.

Partecipa ad eventi letterari e coordina gruppi di pittori e poeti nell’ambito delle associazioni culturali della XIII° circoscrizione: Associazione Culturale S.Aurea oggi ACOA con la collaborazione della quale mette in atto una importante manifestazione di artisti espositori del calibro di Mario Rosati e Umberto Veronesi, trasformando le auguste sale del Cardinal Riario dell’antico borgo in scenografica galleria d’arte; l’esposizione, che nasceva all’interno di una serie di momenti culturali a tema intitolati “INCONTRI AL RIARIO Arte Sacra Contemporanea 1995, sondava il mistero del sacro, visto attraverso le opere di 8 artisti contemporanei nell’ambito pittorico e scultoreo,  evento capostipite che sarà poi l’inizio di una serie di iniziative a carattere espositivo  nelle vie del piccolo borgo medioevale.

Nel 1998, coordina e interpreta: “I sentimenti del tempo”presso l’Accademia Internazionale Galassia, esponendo una serie di scatti fotografici da lei stessa raccolti, sui temi della natura, dell’intimo e del gesto.

Sempre negli anni delle manifestazioni culturali del borgo, viene richiesta come madrina alla presentazione del libro”Momenti di prima” del già noto scrittore più volte edito Franco Calabrese.  Nel  Circolo Lorenzo Viani, e nell’ Unione dell’Apostolato Cattolico, presta ancora la sua distinta collaborazione, prima di approdare come 3° Premio al concorso fotografico organizzato dalla Pro Loco di Fiumicino sulla varietà dei paesaggi e risorse del territorio della città adagiata sulla foce del Tevere.

Pubblica nel 2009 “Vita ti amo” con Aletti Editore, raccolta di poesie dedicata alle persone che hanno significato profondamente la sua vita di donna e madre.

Scrive in diversi ambiti e riviste: “Silarus”; “Regina degli Apostoli”, saggi.

Oggi è Membro UAC nella commissione nazionale per la formazione permanente.

 

Aletti Editore, VITA TI AMO

Libreria UNILIBRO

La Feltrinelli 

Libreria Universitaria

Amazon

 

UN PO’ DI STORIA…

 

1991 Sala Riario - Briciole d'amore - Con l'attore e poeta Angelo Blasetti
1991 Sala Riario – Briciole d’amore – Con l’attore e poeta Angelo Blasetti e il presidente dell’Associazione culturale S.Aurea oggi ACOA Luigi De Grada

 

 

1993 Ostia Antica - Serate al Borgo - Con il musicista Claudio Carbonetti
1993 Ostia Antica – Serate al Borgo – Con il musicista e compositore Claudio Carbonetti

 

Serena Caleca ritira per la madre Nadia Russo Caleca il 1’Premio Città Eterna 1987, sotto lo sguardo del presidente di Art Studio Tre, Lanfranco Finocchioli.

 

 

 

 

LE ORIGINI…

 

 

Ottobre 1957 – Nadia Russo Caleca con il Presidente Antonio Segni

 

Via Margutta era luogo di incontro e scambio culturale di importanti personaggi dell’arte e dello spettacolo: la pittrice Nadia Russo Caleca all’età di 22 anni espone la sua prima personale – 1957
Ottobre 1957 – Locandina originale di via Margutta

 

La politica italiana del tempo, considerava con onore il patrimonio culturale degli artisti contemporanei; Nella foto il Presidente Segni con altri esponenti politici, alla mostra personale di Nadia Russo Caleca di Via Margutta, anno1957